fbpx
I temi puzzle più ricercati
Le migliori marche puzzle
Seguici
  /  Di' la tua e vinci un puzzle gratis   /  Joan Mirò Kopf puzzle da 1000 pezzi: la lista dei commenti

Joan Mirò Kopf puzzle da 1000 pezzi: la lista dei commenti

Joan Miro Kopf Puzzle Lista Commenti

Scopriamo insieme l’elenco dei commenti che parteciperanno all’estrazione del puzzle arte di Joan Mirò Kopf messo in palio dal concorso “Dì la tua e vinci” per il mese di giugno.

Kopf: un’opera di Joan Mirò

Ancora una volta per il nostro concorso mensile abbiamo proposto un puzzle d’arte. Questa volta la scelta è ricaduta su un’opera minore, ma non scontata, del pittore Joan Mirò.

Il puzzle arte Mirò Kopf infatti è un’opera minore dell’artista, ma di grandissimo valore emotivo. Il titolo dell’opera non è spiegato, come spesso accade nelle opere surrealiste.
Probabilmente il nome deriva dalla parola tedesca Kopf che significa testa. Quindi rispecchia perfettamente il senso dell’immagine del nostro puzzle.
Appunto, osservando l’immagine, vediamo un occhio che guarda in basso, un naso che punta a sinistra e tre peli. Per cui ci troviamo davanti ad una testa e un volto dai colori dominanti quali il rosso, il bianco e il nero.

Questo puzzle 1000 pezzi della marca Impronte Edizioni, appartiene alla categoria dei puzzle difficilissimi. Infatti, la prevalenza di solo due colori sull’intera immagine, rendono la ricerca dei tasselli giusti molto difficile, e spesso portano un principiante ad abbandonare il gioco.

L’arte di Joan Mirò

L’artista spagnolo fin dall’inizio della sua carriera si è contraddistinto con elementi fondamentali: le linee e la irrequieta spontaneità del colore.

In seguito, trasferitosi da Barcellona in Francia, ha subito le influenze di diversi movimenti artistici, grazie allo stimolante clima culturale e agli incontri con diversi artisti, come Picasso e Pollock e Max Ernst.

Questo favorì la tendenza verso il dadaismo e il surrealismo.

Mirò amava ritrarre ciò che gli stava intorno come lo vedevano i suoi occhi, e non come era realmente. Immaginava che anche gli oggetti avessero un loro movimento e quindi gli dava vita nei suoi quadri.

Quindi, Mirò non voleva rappresentare la realtà per come era, ma per come la vedeva e in modo assolutamente diverso da quello tradizionale. Per questo motivo i suoi dipinti hanno uno stile molto particolare, e per l’epoca diverso, provocatorio e ribelle.

Il surrealismo di Joan Mirò

Dal 1925 in poi, i quadri di Mirò saranno sempre più astratti e tocca anche a chi li guarda, cercare di capire cosa ha voluto rappresentare. L’artista amava dipingere ciò che una persona, un panorama o un oggetto gli trasmettevano, più che fare dei semplici ritratti. Infatti, i suoi dipinti sono quasi come dei sogni.

Oltre ai dipinti a tempera su carta o a olio su tela, preparò insieme all’artista Max Ernst le scenografie e disegnò i costumi per lo spettacolo teatrale “Romeo e Giulietta”.

Successivamente ebbe la voglia di sperimentare e lavorare con altri materiali. Si dedicò così anche alla scultura e alla pittura su vetro.

Attratto da sempre dagli oggetti semplici e naturali, come sassi, conchiglie, legno, chiodi, sgabelli, questi sono stati per lui grande fonte di ispirazione per le sue opere. A volte con questi oggetti creava delle vere e proprie sculture.

Uno stile originale

Tra le opere più famose di Mirò troviamo sicuramente le costellazioni.

Da bambino una delle sue passioni era osservare il cielo con il suo papà. Con un telescopio guardavano le stelle e l’artista era affascinato dai colori del cielo. Questo ricordo profondo lo ha ispirato a produrre una serie di 23 dipinti a tempera su carta, tutti della stessa dimensione che raffiguravano le costellazioni e il cielo. Pur avendo figure astratte, le forme di quel che ha voluto disegnare sono ben riconoscibili. I titoli di queste opere sono molto poetici perché quando dipingeva si lasciava guidare dalla musica di Bach e di Mozart. Ha usato colori che vanno dal grigio all’azzurro, con alcune parti in rosso, verde, giallo e marrone. Uno di questi dipinti è però di un blu scuro come la notte. Se li osservi bene potrai vedere le stelle, gli astri, la luna e i simboli dei segni zodiacali.

I commenti ricevuti

Il premio messo in palio dal concorso “Dì la tua e vinci” questo mese ha incuriosito diversi appassionati di puzzle. Sono ben 28 infatti le recensioni scritte sul nostro catalogo, che lasciano informazioni utili a tutta la community.

Ancora una volta un grande successo!

Ora però, solo un concorrente si porterà a casa questo bellissimo puzzle quadro famoso e potrà iniziare l’avventura.

Complimenti a tutti per il tempo dedicato a scrivere i vostri commenti.

Buona fortuna!

Di seguito la lista dei commenti che gareggiano per aggiudicarsi il puzzle arte Joan Mirò Kopf, in ordine cronologico.

Più che il quadro in se stesso, quello che importa è ciò che sprigiona, ciò che diffonde. Poco importa che il quadro sia distrutto. L’arte può morire, quel che conta è che abbia sparso dei semi sulla terra.” Joan Mirò

Scrivi un commento

13 + 20 =